Facebook Narcisista: psicosi e solitudo.

web,facebook,social media,egocentrismo,blogosfera,blogger,comunicazione web,narcisista

 

“Aiuto! La nuova pillola anticoncezionale mi rende paranoica!” “Grazie a dio sono riuscita a sistemare la nuova cabina armadio!” “Appena inviato il CV per un nuovo lavoro, dita incrociate, il capo mi sta facendo impazzire!”

Non si tratta di una conversazione tra amiche o delle rivelazioni di un giornale di Gossip, purtroppo no! Far from it. Sono le rivelazioni che tre “amiche” di Facebook hanno deciso di rivelare ai contatti del loro profilo attraverso lo cyberspazio. Al di la di queste egocentriche signorine che hanno deciso di comunicare ogni loro singolo movimento tramite Facebook (al di la di quello che significhi in termini di privacy) gli aggiornamenti di stato di Facebook sembra che vadano sempre meno nella direzione di essere uno strumento per tenersi in contatto con gli altri e sempre più invece di tenersi in contatto con sè stessi. I Socialnetwork sono ormai la personificazione dei nostri impulsi narcisistici; un mezzo attraverso cui parlare di sè stessi e dei propri progetti sotto la luce più edulcorata e positiva possibile. In breve, tutto è diventato IO, IO, IO, IO.

Ma prima che tu sia turbato nella tua sensibilità, non preoccuparti, in un modo o nell’altro tutti noi lo facciamo. Purtroppo si! Postare buone notizie, uploadare foto in cui sembriamo più carini e sorridenti e magre/muscolosi possibili o inviare commenti sulle bacheche dei nostri amici in modo da apparire cool e con la battuta pronta… Ma ciò che non tutti fanno è analizzare il proprio comportamento e smetterla di pensare quale dovrebbe essere quello piu’ fico da interpretare in ogni data situazione. L’aspetto visuale è il più immediato a comunicare l’immagine progettuale che vorremmo costruire della nostra persona e infatti ecco nei profili Facebook cartelline ordinate di 100 e passa foto in cui mettiamo in mostra i nostri lati migliori se ci pensate ad esempio le foto delle vacanze ci fanno vedere sempre snelli e abbronzati, mai nessuno che pubblichi le foto tristi e biancastre dei primi due giorni di viaggio! Ma anche questo lo facciamo tutti!

E come tralasciare gli aggiornamenti di stato che recitano “Sono a bordo piscina  in toscana e sorseggio un bianco del 2003” oppure “Appena acquistati i biglietti per il concerto di Madonna di Ottobre” oppure quelli “Buongiorno Nuovo IPhone 4!”. Capiamoci, si tratta di cose tutte interessanti e sicuramente emozionanti per chi le sta vivendo, ma la domanda è perchè condividerle con 478 contatti?

E poi ci sono anche gli “Scrittori nascenti” che si dilettano con i vari generi letterari dalla satira, alla prosa, alla poesia che impiegano sicuramente almeno 15 minuti a comporre perfetti aggiornamenti di stato, alcuni in grado di fare un baffo ai copy writer, delle piu’ prestigiose agencies, per il solo e unico piacere di ricevere qualche Like e qualche commento compiacente sulla loro bacheca!

E ancora gli utenti Teaser, ovvero quelli che non diconi nulla di che, non danno alcuna informazione precisa ma che sanno attirare l’attenzione degli altri, con aggiornamenti come “Non vedo l’ora che sia stasera, un’altra nottata follemente divertente!” oppure “Non posso crederci sia successo ancora!!”

Ci sono anche gli user che cambiano umore ogni 5 minuti e se alle 16.21 recitano “Ieri è il passato, domani il futuro ed oggi un dono”, ecco perchè è chiamato Presente” alle 16.34 postano un altro aggiornamento con “Oggi sono malinconico, tu mi manchi da morire!” (cosa è successo al Presente e al Futuro negli ultimi 10 minuti?).

Di certo il blogging e lo sharing non sono aspetti nuovi e tutti ormai, dai bimbi di 6 anni in su sono abituati ad utilizzare questi strumenti, questa tendenza è ben datata, dobbiamo andare indietro fino al 1999 ceon Friends Reunited ch diede inizio al socialnetworking, ma non dobvremmo forse chiederci se col nostro nuovo status non stiamo solo aggiungendo inquinamento nel cyberspazio?

 

Facebook Narcisista: psicosi e solitudo.ultima modifica: 2012-11-27T01:48:00+00:00da silenceisexy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento