La Pescheria a Torino: scelgo e gusto

orata.jpg
L’idea è tutto, as usual. La bella scoperta di oggi: La Pescheria di Via san Francesco da Paola a Torino. Bè, vi chiederete perchè un post su una pescheria, ed io vi rispodìnderei che non si tratta di una pescheria come le altre. In questa scegliete direttamente il pesce dal bancone, ne visionate ed odorate la freschezza, vi fate consigliare e pagate solo quello che comprate. Poi potete accomodarvi nelle salette adiacenti ed aspettare qualche minuto che il pesce acquistato vi sia cucinato, magari gustando il vino della casa o una delle buone etichette tra cui potete scegliere. Non è un ristorante, il concetto è “solo per veri amanti di pesce!” niente fronzoli alla pietanza base, ma l’essenziale: pesce e vino.
Grigliato, al forno, fritto, in umido, per i fondamentalisti come me crudo..accompagnato da un buon condimento ma niente cartoccio o patatine.
Il pesce vero, se fresco non ha bisogno di molto! L’ambiente è molto curato, ma accogliente. Il personale simpatico e socievole.
Io per ora sono passata solo a fare un giro e mi hanno omaggiata con un assaggino di un tonno di qualità da 76,00€ al Kg. Una rarità, per il resto il prezzo è quello di una normale pescheria anche se a quanto ho visto, La Pescheria è molto di più! Very Up 2 Date! Settimana prossima andrò ad assaporare di persona e vedremo: parola di una pugliese doc.!
La Pescheria a Torino: scelgo e gustoultima modifica: 2009-05-30T18:21:00+00:00da silenceisexy
Reposta per primo quest’articolo

31 pensieri su “La Pescheria a Torino: scelgo e gusto

  1. E’ vero che l’idea è tutto,ma con questo non ci si deve permettere di prendere in giro la clientela. Sono stata a cena nel locale qualche giorno fa’ e rispetto all’offerta ho trovato i prezzi davvero esagerati. A Torino,per una come me che ama mangiar bene e scoprire locali nuovi,si può davvero mangiare con qualità e quantità superiori con poco di più. Ritengo che sia il classico caso di “tanto fumo e poco arrosto”(o meglio,pesce!). Non è così che si fa’ ristorazione perchè presi in braccio una volta non ci si torna più e non si consiglia agli altri.

  2. Ciao Mary!
    Mi spiace molto di leggere la tua delusione per La Pescheria, come dicevo nel post sono solo passata a fare un sopralluogo per farmi un’impressione del locale, e purtroppo non ho avuto poi modo di tornarci per una cenetta completa tutta a base di pesce.

    Posso chiederti i dettagli della cena? Cosa hai mangiato? Cosa non ti ha convinto? Quanti eravate? quanto avete speso?

    Ti ringrazio molto per la segnalazione e soprattutto vorrei sottolineare (come espresso sin dall’inizio del post) che a me piace particolarmente l’idea poi non so se a questa corrispondano dati di fatto quali qualità della cucina, freschezza degli alimenti, rapporto qualità prezzo..perchè avevo intenzione di tornarci ma non ho avuto più modo di farlo..

    Mi farebbe piacere sapere di più sulla tua esperienza 🙂
    Ti ringrazio molto, e se ti hanno “presa in braccio” fai bene a non voler tornare più ed a non consigliarlo ad altri!

  3. Intervento sulla Pescheria e mio unico commento: IL POSTO E’ MERAVIGLIOSO!!
    Giovedi sera sono stata per la prima volta col mio ragazzo a cena. Lui ci lavora vicino e ci va spesso, anche a pranzo. Me ne parlava ormai da due mesi e alla fine siamo andati.
    Premetto che il mio ragazzo è francese quindi è nato e cresciuto a pane e pesce! Perchè proprio il giovedi?
    Alla Pescheria di giovedi arriva tutto il pesce, molluschi e crostacei dalla Francia!!! Una meraviglia!!
    Abbiamo mangiato delle ostriche particolarissme, dei cannolicchi giganti gratinati, un astice pescato blu e un granchio..il tutto era freschissimo, buonissimo e cucinato in modo divino.
    Unica nota dolente la coda..ma ci credo…con un prodotto cosi non possono non avere successo.
    Alla fine con una bottiglia di vino ed il sorbetto abbiamo speso poco più di 35 euro a testa per mangiare cose prelibatissime.
    Se fossimo andati in un ristorante, molto probabilmente avremmo speso 3 volte tanto per mangiar delle cose surgelate!
    Siamo tornati sabato ma c’era talmente tanta gente che non potevamo fermarci, causa perdere lo spettacolo al cinema.
    Ci tornerò prestissimo per mangiare altre prelibatezze!
    Ragazze, mio unico consiglio andate e provatelo…la qualità è sicuramente la migliore della città ed i prezzi solo assolutamente in linea con quello che si mangia!! Bravi pescivendoli!!

    Tiziana

  4. ANCORA NON CI CAPACITIAMO IN DUE DI ESSERE STATI TANTO FESSI. La definizione perfetta l’ha data Mary: “non ci si deve permettere di prendere in giro la clientela”. Lo scontrino di ieri sera parla chiaro:
    -Moules de bouchot (ovvero cozze: quelle tarantine a 3 Eur/kg sono più saporite e piene uguali, garantito da pugliese doc!): 468g=18 Eur (si, esatto, 39 Eur/kg…)
    – Belon 00 (ovvero 3 ostriche, dico 3): 28,44 Eur (Si, esatto: 59 Eur/kg…)
    – Rana pescatrice al sapore di ortaggi e cipolla: 748 g= 29 Eur (e qui siamo a 39 Eur/kg, prezzo onesto ma se mangi al ristorante e cucinato come si deve!)
    il tutto servito su tavoli nudi, tovagliette di carta e ti pigli tu le pietanze dal bancone. Ovviamente, anche l’acqua e il pane te li paghi a parte, ma non te lo dicono prima. RIASSUNTO: per mangiare pesce carico di cipolla e cotto in modo a dir poco discutibile, comunissime cozze e ostriche affogate di scorza d’arancia che, per quanto ricercate, non sono tartufi bianchi d’Alba, ti prendono 86 Euro. In un ristorante vero, che ha comunque il carrello del pesce a vista, per queste tre fesserie paghi di meno ma mangi bene. L’idea nuova? Si, quella di prendere per i fondelli chi si lasci catturare dall’idea del locale semplice dall’aria francesizzante. Da evitare assolutamente, salvo per chi voglia sperimentare la peggiore presa in giro della sua vita: io ho dovuto aspettare 39 anni e girare centinaia di ristoranti e trattorie per riuscirci.

  5. LA PESCHERIA
    piccola premessa:vengo dal mare (Adriatico)diciamo da Rimini ,33 anni vissuti al mare,mangiando pesce(i miei hanno un risotrante )da ormai qualche mese vivo a Torino per lavoro.
    Sono stato proprio Martedì sera a mangiare in questo locale su segnalazione di amici e oggi navigando su internet capito per caso in questo blog dove si parla anche della Pescheria.
    Io dopo tanto tempo di battute al coltello,fritti misti alla piemontese,funghi ,agnolotti e via andare avevo voglia di pesce,del sapore che quasi avevo dimenticato per via della Granda(eccezionale).L’idea di andare a mangiare in una pescheria mi è piaciuta subito anche perchè se il pesce non è fresco lì…non saprei altro posto( a parte il mare).Trovartelo a due centimetri dal naso,annusarlo,scegliere quello che più ti piace,chiedere due consigli su come vuoi che ti venga preparato credo sia cosa rara.La formula dell’essenziale e della praticità senza fronzoli mi ha conquistato.Non ricordo sinceramente il conto(non pagavo io) ,ma ricordo di aver visto segnato su una bella lavagna tutto il pescato con i relativi prezzi al kg…quindi nessuna presa in giro.
    Bhe dopo aver mangiato tonno e spada sott’olio,alici marinate e un pò di insalatina di polipo siamo passati a del tonno di Carloforte appena scottato,calamari freschi alla piastra e a seguire un sautè di cozze classiche (da noi in Romagna le chiamiamo alla marinara).Eravamo tutti abbastanza pieni ma la ciliegina sulla torta…per me che amo il crudo è stato un bel fegatino di orata gentilmente offerto dalla Pescheria con un goccio di olio un pò di limone e una spolverata di pepe…se non fosse stato fresco ora scriverei dall’ospedale!!!
    Io mi sono tolto la voglia di pesce……a Torino.
    Quanto vale?
    non ci sono paragoni….
    per tutto il resto c’è Mastercard

  6. SERATA CON AMICHE…
    Sono tornata a La Pescheria, dove ero già stata una volta con mio marito…successone! Ovviamente, trattandosi di pesce FRESCHISSIMO (parola di pugliese doc) il prezzo non può che essere adeguato alla qualità ed all’origine del prodotto (il tutto rigorosamente indicato al pubblico, a vista, sul bancone).
    La novità di questo posto sta proprio nel NON essere e NON VOLER essere un ristorante nel senso classico del termine…puntando tutto sulla qualità, praticamente introvabile altrove a Torino, e meno sulle tavole che, seppur preparate con cura, spesso noi clienti lasciamo insoddisfatti…qui, invece, lo stile essenziale, i colori sobri e la discrezione esaltano sapori unici…anche quello del vino bianco che vi consiglio.
    Io e le mie amiche ci torneremo presto!

  7. Torino non è una città sul mare, Torino non è un porto, Torino ha un fiume ma i pesci del Po forse è meglio non mangarli…
    Ergo, il pesce non è esattamente un prodotto autoctono torinese: ottima allora l’idea di importarlo, ma non surgelato o congelato dagli oceani o dai mari del nord…piuttosto freschissimo e di qualità. E questo, è ovvio, ha il suo costo. Ma direi che il rapporto qualità-prezzo alla Pescheria è più che soddisfacente e in pochi minuti pare di essere alla Boqueria .
    Amo mangiare bene, piuttosto in minor quantità, ma sempre all’altezza delle mie papille gustative a cui tengo molto: trovo che la Pescheria ce ne dia l’opportunità! Certo, l’ambiente è più da ristorante che da pescheria e questo è un bene per chi si siede ai tavoli e non deve convivere con odori forti, il servizio rapido e ben organizzato. La ragazza che gestisce la sala, deliziosa. Un’ottima scoperta.

  8. La Pescheria…scegli il pesce…lo paghi un tanto al kilo…e loro te lo cucinano…idea geniale!
    Abbiamo mangiato poche sere fa in Pescheria…che dire…tutto alla altezza. I prodotti esposti erano decisamente super-freschi, il personale giovane e simpatico, il servizio un pò inusuale, ma comunque adeguato al locale e assolutamente azzeccato.
    Siamo rimasti entusiasti dalla qualità del crudo e dalla varietà di proposte.
    Abbiamo mangiato delle triglie sfilettate crude, del branzino marinato, ostriche, cannolicchi grossi come PENNARELLI e per finire una grigliata di gamberi, scampi e ricciola.
    Ha accompagnato la nostra cena una gran bottiglia di vino ….locale onestissimo. Con 47 euro a testa ci siamo tolti la voglia di pesce.
    Peccato non facciano la pasta…c’erano delle vongole grosse come limoni!!!
    Una scoperta ottima da riprovare per tutto il 2010!
    Tanti auguri a tutti,

    Fabrizio e Simonetta.

  9. Innanzitutto viva i blog e viva i blog come questo che chiaccherano del più e del meno e chieccherando producono utilità.
    Io faccio il mangiatore di professione, sono stato a torino ed un amico mi ha dato appuntamento in questa sorta di sushi ya all’italiana. Bene, il rapporto qualità prezzo è pessimo, bella l’idea anzi davvero interessante (anche se già vista). Meglio che non entri nei dettagli perchè altrimenti dovrei scrievere non so quanto su vari aspetti del “ristorante”, e ne avrei da dire anche sui vini, anche se non è il mio campo.
    Quindi, cercate di meglio o cambiate alimento: un buon bollito a Torino è di casa!

  10. Oddio! Ma io stavo cercando l’indirizzo di questo locale perchè è vicino a dove lavoro ma non sono mai riuscita ad andarci e volevamo organizzare con degli amici.. delusioneeeeeeeeeeeeeeeeeee!

    meglio il giapponese a sto punto! (tanto x restare in tema di Sushi)
    ciao, Lea

  11. Mi trovavo a Torino per caso e mi hanno convinto ad andare a provare questa famosa pescheria. Sarò sincero…ho trovato tutto davvero molto buono, prodotti davvero ricercati e come c’era da aspettarselo anche i prezzi sono all’altezza del prodotto….comunque non è un posto esageratamente caro, direi una prezzo medio-alto.
    Gestisco da 12 anni un ristorante di pesce abbastanza conosciuto nel centro italia, quindi da collega posso sostenere che la merce è di primissima qualità…capisco che non è possibile dare pesce fresco a “buon mercato”…il pesce è un alimento caro…così come tante altre cose.
    Mio commento finale è molto positivo…ho mangiato bene….piatti leggeri…nessuna persistenza di acido fenico in bocca…il soffritto del pesce non aveva forti predominanze e sui crudi invece il mio parere è OTTIMO.
    Trovare della ricciola, dei filetti di triglia o del barracuda a Torino non pensavo fosse possibile.
    Tutto sommato una bella esperienza! Diciamo che non abbiamo speso poco, ma sono stati soldi ben spesi.
    Saluti a tutti,

    M.C.

    PS: Anche il mio locale è molte volte commentato, nel bene e nel male…vorrei dare un grande consiglio a questi ASSAGGIATORI DI PROFESSIONE, DEGUSTATORI PROFESSIONISTI, ESPERTI DI CUCINA…..ma se siete così tanto bravi….invece di criticare e basta, perchè non investite soldi veri e aprite un locale tutto vostro, dove deliziare noi poveri mortali (ovviamente facendoci spendere pochissimo). LA vostra bravura vi porterà sicuramente alla fama nel girò di poco.
    Attendiamo con ansia il vostro olimpo eno-gastronomico.

  12. Ottimo posto! Complimenti …pesce molto fresco e piatti molto buoni. Una formula un pò “scarsa”…non esistono primi, hanno solo un vino della casa e poche bottiglie, acqua e pane.
    Una valida alternativa al risstorante per quando si ha voglia di una bella mangiata di pesce.
    Prezzi nella media.

  13. l’idea non è nuova “La paradeta” è un piccola catena spagnola di ristornati che esiste ormai da anni e si sta espandendo.
    Quando ho visto la pescheria a torino non vedevo l’ora di provarla, ma come s’è già detto i prezzi sono quelli che sono.Il mare è a due ore scarse da torino e credo che non giustifichi i prezzi.

    Ho vissuto un anno a madrid che non è proprio una città di mare ma è noto che nella capitale spagnola si possa trovare il pesce migliore e più fresco del pese e i prezzi sono decisamente inferiori di quelli italiani, accessibili anche a studenti. Le mie coinquiline mangiavano pesce o frutti di mare quasi tutti i giorni.

    Il successo della paradera è dovuto a prezzi bassi e la convivialità e simpatia del posto che non si da arie, non ti fa pagare il coperto ne il servizio.

  14. Ho mangiato alla pescheria pochi giorni fa….che dire ..tutto super buono.
    Nemmeno li si paga il servizio ed il coperto …e sinceramente non ho trovato i prezzi così cari.
    Non capisco poi il commento di giulia.
    Non ha senso paragonare un locale di un altra NAZIONE…è come dire a Torino ho trovato delle trattorie piemontesi che facevano peperoni e acciughe buonissimi, mentre a Madrid l’unica trattoria piemontese non è davvero tipica ed è cara?!!?
    Ovvio che in un posto di mare il pesce costa meno ….che senso ha scriverlo?? Un camion refrigerato che deve fare una tratta di 2 ore ha comunque dei costi altissimi ….
    Concludendo…..voto più che buono ….ci tornerò presto!

  15. ma io vado spesso alla pescheria e tutto buonissimo,ai ciarlatani che parlano tanto per dire cazzate dico…andate a prendervi fregature il altri posti..come si evince dai titoli dei giornali,chiudono molti posti per pesce avariato ecccc…eccccc,qui lo vedi a 20 centimetri dal tuo naso,e freschissimo e alla fine paghi meno di andare in trattoria

  16. ma io vado spesso alla pescheria e tutto buonissimo,ai ciarlatani che parlano tanto per dire cazzate dico…andate a prendervi fregature il altri posti..come si evince dai titoli dei giornali,chiudono molti posti per pesce avariato ecccc…eccccc,qui lo vedi a 20 centimetri dal tuo naso,e freschissimo e alla fine paghi meno di andare in trattoria

  17. a quelli che sparano cazzate e danno giudizi,dico..andate a mangiare porcherie in giro,fatevi avvelenare e pagate non poco,qui sono andato molte volte ,e mi trovo benissimo tutto fresco,i prezzi per quello che mangi non sono alti,pesce fresco,locale accogliente,personale ok,per me è importante mangiare pesce,e non fregature,ai detrattori dico,andate a mangiare spazzatura perche è quello che meritate

  18. Un po’ contraddittori i giudizi, vero? Beh, però quello che viene dall’adriatico e trova buono il pesce di Torino, quello mi sembra surreale. Sarà il titolare della Pescheria. Anche il francese che è cresciuto a pane e pesce…?!

    Io il pesce me lo compro e me lo cucino a casa. ll fritto è un’altra cosa, ma non è facile trovarlo buono a Torino. Vedendo questi giudizi rinuncio pure ai fritti.

  19. AHAHAH… Una Pescheria…un ritratto di un paese…AHAHAH …..un paese dove sono tutti cuochi ….tutti calciatori…tutti politici …e tutti pescivendoli a quanto pare!! Vado spesso in questo locale, e sinceramente lo trovo delizioso…è sempre pieno, quindi non penso abbia bisogno del mio e del vostro giudizio! Lasciamo fare ai ragazzi il loro mestiere….che sicuramente sono più bravi di noi (di me sicuramente visto che faccio il decoratore!!). Se invece, Voi che scrivete righe di disappunto vi sentite più bravi, aprite un locale dove è tutto più buono, costa tutto poco ed è tutto più fresco!!!! sarà un sicuro successo!!! Se però non siete in grado di farlo …mettete giù quel tono da critico gastronomico….l’unica cosa che vi è concessa criticare è il bastoncino findus, che per anni vi ha nutrito!!! Forse è per quello che pensate di capirne di pesce!!! 🙂
    Saluto tutti con un sorriso…il mio tono voleva essere provocatorio ma scherzoso.
    Ognuno vada nel locale che più apprezza…senza togliere nulla a nessuno.

    Andra.

  20. AHAHAH… Una Pescheria…un ritratto di un paese…AHAHAH …..un paese dove sono tutti cuochi ….tutti calciatori…tutti politici …e tutti pescivendoli a quanto pare!! Vado spesso in questo locale, e sinceramente lo trovo delizioso…è sempre pieno, quindi non penso abbia bisogno del mio e del vostro giudizio! Lasciamo fare ai ragazzi il loro mestiere….che sicuramente sono più bravi di noi (di me sicuramente visto che faccio il decoratore!!). Se invece, Voi che scrivete righe di disappunto vi sentite più bravi, aprite un locale dove è tutto più buono, costa tutto poco ed è tutto più fresco!!!! sarà un sicuro successo!!! Se però non siete in grado di farlo …mettete giù quel tono da critico gastronomico….l’unica cosa che vi è concessa criticare è il bastoncino findus, che per anni vi ha nutrito!!! Forse è per quello che pensate di capirne di pesce!!! 🙂
    Saluto tutti con un sorriso…il mio tono voleva essere provocatorio ma scherzoso.
    Ognuno vada nel locale che più apprezza…senza togliere nulla a nessuno.

    Andrea.

  21. Cavolo mi è passata la voglia di andarci….
    Comunque vivere a Torino o in qualsiasi città italiana sul mare non cambia certo la qualità. Il pescato nei nostri mari è davvero limitato e in gran parte arriva dai mari lontanissimi… (orate e spigole di allevamento a parte). Se sentite il parere dei migliori chef il posto miglire dove comprare il pesce è il mercato di Milano.

  22. Sono stata ieri alla Pescheria e mi sono trattenuta dal fare commenti davanti al mio cavaliere…Me approfitto di questo blog per avanzare le mie critiche: innanzi tutto il banco del pesce era decisamente sguarnito e abbiamo dovuto prendere quello che c’era. I prezzi del pesce troppo alti se si considera che il servizio è pari a zero. (tovagliette di carta, pane pagato a parte e ci si deve alzare a prendersi il piatto). E poi, la scelta dei vini e raccapricciante… Sullo scaffale solo poche bottiglie di champagne a prezzi inaccessibili, un Greco di tufo, del Gavi e dello Chardonnay piemontese.
    Ho scelto il Greco di tufo e il cameriere mi ha detto: “Quella in esposizione è l’ultima bottiglia se vuole gliela metto un attimo nel frizer e gliela servo… ERESIAAAAAA!!! e’ mai possibile? Ho dovuto scegliere il Gavi che non è proprio uno dei miei vini bianchi preferiti….
    Se il sito Internet della Pescheria vanta una buona offerta di pesce e vini allora perchè tanta penuria e incompetenza?

  23. Sono stata ieri alla Pescheria e mi sono trattenuta dal fare commenti davanti al mio cavaliere…Me approfitto di questo blog per avanzare le mie critiche: innanzi tutto il banco del pesce era decisamente sguarnito e abbiamo dovuto prendere quello che c’era. I prezzi del pesce troppo alti se si considera che il servizio è pari a zero. (tovagliette di carta, pane pagato a parte e ci si deve alzare a prendersi il piatto). E poi, la scelta dei vini e raccapricciante… Sullo scaffale solo poche bottiglie di champagne a prezzi inaccessibili, un Greco di tufo, del Gavi e dello Chardonnay piemontese.
    Ho scelto il Greco di tufo e il cameriere mi ha detto: “Quella in esposizione è l’ultima bottiglia se vuole gliela metto un attimo nel frizer e gliela servo… ERESIAAAAAA!!! e’ mai possibile? Ho dovuto scegliere il Gavi che non è proprio uno dei miei vini bianchi preferiti….
    Se il sito Internet della Pescheria vanta una buona offerta di pesce e vini allora perchè tanta penuria e incompetenza?

  24. Onestamente è stata un pò una delusione, non so, da come ce l’avevano descritta mi aspettavo qualcosa di più..e a quello che leggo dai commenti non sono il solo a sentirsi insoddisfatto..sono andato con una coppia di amici, speravo di fare un figurone…ma non so, nulla di che e il pesce si era pesce ma non della qualità e squisitezza che ci aspettavamo…abbiamo speso in 3 ben 150 euro con un vino bianco che era quello col prezzo più basso tra le 3 (dico 3) etichette disponibili… 150 euro per una pescheria mi sembrano esagerate…se almeno avessimo mangiato bene…che figuraccia che ho fatto…scusate ma non ci torno più!

  25. Anche io e mia moglie ci siamo andati circa un mese fa, dopo averne sentito parlare da tempo. Delusione su tutti i fronti!!!!
    Probabilmente la scarsa qualità del servizio, la supponenza del personale e i costi altissimi hanno fatto sì che non trovassimo le lunghe code descritte in precedenza (anzi era quasi vuoto e capisco il perchè).
    Il locale ok che non è un ristorante ma una pescheria, ma l’ambiente è freddo, ti senti in mezzo al passaggio, le piastrelle mi ricordavano quasi un ospedale….
    Porzioni scarse e prezzi altissimi. Qualità nella media.
    Alzarsi con la fame addosso è stata la cosa più sgradevole. Molti amici hanno condiviso con noi la stessa impressione.
    Sconsigliatissimo!!!!

Lascia un commento